India Kerala criticised disrespectful’ cross demolition

 Lo Stato profondo perde l’Asia. di sitoaurora, Covert Geopolitics 2 maggio 2017. Nei prossimi cinque anni, almeno, con il mandato del sindaco filippino Rodrigo Duterte, alcun tentativo di seminare conflitti acustici e cinetici sarà consentito nella regione del Mar Cinese Meridionale. Il vertice ASEAN del 2017, recentemente conclusosi, ha visto il desiderio collettivo della comunità di perseguire un dialogo pacifico con la Cina, anziché farsi usare come fulcro per alcuni interessi acquisiti a migliaia di chilometri di distanza. Ciò è evidente dall'assenza della richiesta da parte di tutti gli aderenti all'ASEAN di utilizzare la sentenza UNCLOS sui diritti delle Filippine sulla ZEE nel Mar Cinese Meridionale, nella dichiarazione del presidente. Quest'anno presidente dell'ASEAN, Duterte ha volutamente evitato di provocare il governo cinese, affermando che non sarebbe stato nient'altro che fraseggio vuoto. Al contrario, la leadership dell'ASEAN ha deciso di concentrarsi su rapporti economici più stretti e azioni militari congiunte per proteggere il confine comune dal terrorismo globale. Infatti, dopo il vertice, il presidente indonesiano Joko Widodo si recava nella città natale di Duterte, Davao, per inaugurare il nuovo legame logistico tra i due Paesi. Ma la più forte espressione di sfida all'egemonia occidentale era la "visita di buona volontà" di tre navi cinesi nella stessa città. Da qui, invece di provocarsi, Cina e Filippine s'impegnano in esercitazioni militari congiunte oltre agli scambi economici. Le Filippine sono pronte a trarre vantaggio dell'assistenza economica della Cina, pari a 24 miliardi di dollari, e del Giappone (per 1 trilione di yen). Ciò ha permesso al governo d'istituire il più ambizioso programma infrastrutturale nella storia del Paese, da 180 miliardi di dollari. Il governo Duterte è pienamente impegnato a completare questi progetti prima che il mandato termini nel 2022.
Si può dire che dopo aver appreso la lezioni dalle precedenti amministrazioni della CIA, i popoli afflitti di questa parte del mondo si sono liberati dall'apatia collettiva, compiendo un primo passo mettendo le persone giuste al governo, che a loro volta accelerano i programmi pubblici, riducono la corruzione, costringono l'oligarchia a lasciare l'atteggiamento egoistico verso le classi inferiori della società rispettando le direttive economiche dei governi, ed ispirano il popolo a partecipare attivamente a governo e sviluppo della nazione. È giunto il momento che il resto del mondo smetta di badare alla guerra alla droga di Duterte quale mero problema periferico dal loro punto di vista. "La gente vuole parlare di omicidi extragiudiziali, ma dobbiamo parlare di ciò che realmente accade in questo Paese, pronto a crescere", affermava il segretario ai lavori pubblici delle Filippine Mark Villar. "Se riusciamo in questo programma infrastrutturale, le Filippine saranno un Paese di classe media e la povertà sarà dimezzata". Le Filippine, una delle economie in più rapida crescita del mondo, sono da tempo afflitte da infrastrutture inadeguate. Il Forum economico mondiale dell'anno scorso indicava le Filippine 106.me su 140 Paesi per infrastrutture. Un investimento maggiore contribuirà all'espansione economica che l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico attende sia del 6,1 per cento all'anno entro il 2021.
Quindi, il New York Times può sclerare con i suoi persistenti inutili titolisti. Ma in questa parte del mondo, nessuno si preoccupa più di ciò che i media occidentali dicono, tranne le quinte colonne costantemente frustrate nei loro stupidi tentativi di abbattere questo governo. Come possono mai riuscirci con la loro agenda servile quando è il popolo a proteggere questo presidente? Se qualcosa di simile accadesse qui, non c'è ragione che non possa accadere altrove. L'oligarchia non potrà far altro che sottomettersi alla volontà della maggioranza ogni volta che è unita. Il blocco ASEAN sceglie pace e prosperità, piuttosto che farsi trascinare nelle infinite guerre del complesso militar-industriale.Traduzione di Alessandro Lattanzio - SitoAurora
sitoaurora | maggio 4, 2017 alle 08:03 | Etichette: accordi commerciali, accordi internazionali, anti-egemonia, anti-egemonismo, antimperialismo, ASEAN, Asia, Asia meridionale, Asia orientale, Asia-Pacifico, Associazione dell'Asia meridionale per la cooperazione regionale, Beijing, Blocco antiegemonico, blocco eurasiatico, Cina, Cina e Russia, commercio internazionale, diplomazia, diplomazia energetica, economia, economia internazionale, economia mondiale, economia politica, economia regionale, egemonia, egemonismo, energia, equilibrio mondiale, equilibrio strategico, Estremo Oriente, eurasia, Filippine, finanza mondiale, Fondo monetario internazionale, geo-comunicazioni, geo-energia, geo-energie, geo-influenza, geo-risorse, geo-storia, Geoeconomia, geoenergia, geografia, geoinfluenza, Geopolitica, georisorse, Geostrategia, globalismo, globalizzazione, guerra commerciale, guerra d'influenza, guerra d'intelligence, guerra economica, guerra finanziaria, Hanoi, Imperialismo, inziativa eurasiatica, Mar Cinese Meridionale, mercato energetico, mercato mondiale, Mondo Multipolare, multipolarismo, Nuova Via della Seta, Nuovo ordine mondiale, Oceano indiano, Oceano Pacifico, Pacifico, Pacifico-Asia, Pechino, Perno geopolitico, Politica della difesa, politica della sicurezza, politica economica, politica energetica, politica industriale, politica internazionale, politica mondiale, politica regionale, relazioni economiche, relazioni estere, relazioni industriali, relazioni internazionali, renminbi, Repubblica Democratica del Vietnam, Repubblica Popolare Cinese, Repubblica Popolare di Cina, Repubblica Socialista del Vietnam, risorse finanziarie, Rodrigo Duterte, rotte commerciali, rotte commerciali Sud-Est asiatico, Russia e Cina, SCO, sfera d'influenza, sistema internazionale, sovranismo, sovranità, Stati Uniti, strategia, Sud-Est asiatico, UEE, Unione Economica Eurasiatica, USA, Vietnam, Washington, yuan | Categorie: Eurasia, Geopolitica, Imperialismo | URL: http://wp.me/p1qi5U-7sI   
https://aurorasito.wordpress.com/2017/05/04/lo-stato-profondo-perde-lasia/
===================
================================   


Gli etiopi non devono pagare per la chiesa che non hanno distrutto Share 3 maggio 2017 Da World Watch Monitor Addis Abeba, Chiesa ortodossa etiopica L'ingresso alla Corte Suprema Federale di Addis Abeba, giugno 2016 UPDATE [3 maggio 2017] - Tre Gli etiopi non devono ora pagare un compenso per una chiesa che, nel mese di gennaio, è stato assolto dalle accuse di distruggere. Tibebu Mekuria, Dawit Jemberu e Belete Tilahun sono stati liberati il ​​18 gennaio dopo che un giudice della Corte Suprema li ha licenziati il ​​13 gennaio. I tre erano stati falsamente condannati e imprigionati per aver bruciato un edificio della Chiesa Ortodossa Etiopea (EOC). Anche se i testimoni hanno affermato che gli uomini non erano vicini all'edificio al momento del fuoco e la testimonianza di un singolo provvedimento ha dato testimonianza inconsistente, un giudice ha trovato tutti e tre colpevoli il 28 ottobre 2014, con sentenze fino a nove anni di prigione. Essi sono stati definitivamente assolti dopo quasi tre anni di ritardi, ma sono stati liberati solo da un ordine tribunale distinto del luglio 2016 per pagare danni alla chiesa. Fonti in Etiopia riferiscono che la corte ieri, il 2 maggio, abbandonò le spese di indennizzo, annullando la presa del governo sulla proprietà di Tilahun e sul conto bancario. "Tutti e tre sono estremamente sollevati da questo risultato", è stato detto World Watch Monitor. RELAZIONE PRECEDENTE [2 febbraio 2017] Sono stati liberati e liberati tre uomini, condannati e imprigionati in modo falso per aver bruciato un edificio della Chiesa Ortodossa Etiopica (EOC) nella comunità rurale di Gulema Iyesus nel maggio 2014. L'area è di circa 275 km a nord della capitale, Addis Abeba. Malgrado la loro assoluzione, tuttavia, nel luglio del 2016, si trovano ancora ad affrontare un provvedimento di risarcimento offerto da un giudice - anche se si appellano alla loro convinzione - a pagare i danni alla chiesa. Questi sono stati valutati a più di 1,2 milioni di Birr etiopi (valgono più di 40.000 dollari al momento della frase). Mekuria e Jemberu sono entrambi singoli e non hanno proprietà, ma Tilahun, che è sposato e un padre di tre, rischia di perdere la sua proprietà. Gli uomini sono comparsi in tribunale a Debiremarkos, a nord di Addis Abeba, il 25 gennaio per chiedere l'annullamento dell'ordine di compensazione, ma il giudice ha detto che avrebbe bisogno di tempo per passare attraverso il fascicolo e capire come è stato raggiunto il verdetto. La prossima apparizione del tribunale è prevista il 20 febbraio. Il rilascio segue quasi tre anni di procedimenti giudiziari errati e ritardi. Mekuria e Jemberu, entrambi evangelisti protestanti, sono stati arrestati un mese dopo che l'edificio della chiesa ortodossa etiope ha bruciato, accusato di aver avviato il fuoco. La polizia ha anche arrestato Tilahun, anche un cristiano protestante e piccolo chiosco proprietario, accusato di finanziare l'attacco. Sebbene i testimoni dicessero che gli uomini non erano vicino all'edificio al momento del fuoco e la testimonianza di un singolo provvedimento ha dato testimonianza inconsistente, il giudice ha trovato tutti e tre colpevoli il 28 ottobre 2014, con pene di un massimo di nove anni di prigione. Nel novembre 2014 un altro giudice ha confermato la sentenza, spingendo l'avvocato degli uomini ad appellarsi alla Corte Suprema dello Stato Regionale nella capitale dello Stato di Amharara di Bahirdar. Tale appello è stato respinto. Un appello finale, alla Corte Suprema federale di Addis Abeba, prima di essere sentito nel giugno 2015, è stato rinviato almeno otto volte da allora, compreso il 10-13 gennaio di quest'anno; Il giudice continuamente affermava di non avere tempo sufficiente per esaminare il caso. Gli uomini sono stati tenuti in prigione di Debiremarkos, notoriamente come prigione, dove gli oppositori dell'ex governo etiopico comunista furono torturati e uccisi. Durante i ritardi, il padre di Tilahun morì di una causa sconosciuta nel maggio 2016. I contatti locali hanno detto a Watch Watch World Watch Monitor: "Era traumatico per [Belete] in prigione. Il padre è stato profondamente rattristato per vedere il figlio condannato indietro nel 2015. Era depresso dopo aver assistito all'udito dopo aver sentito. Quando il giudice al tribunale superiore sosteneva la sentenza del tribunale inferiore, si udì dire: «Maggio il Dio della verità giustifica il tuo nome», con profonda frustrazione. Un seguace devoto di EOC, non era convinto delle accuse contro suo figlio. Per Belete è sempre stato molto contento di vedere suo padre senza sforzo partecipare a tutte le udienze in una vecchiaia. "
=================
I Copti indossati invitano Papa Francis a sfidare Sisi per attacchi e discriminazioni croniche 27 aprile 2017 Da Watch Watch Mondiale Al-Azhar, Copti, Egitto, Domenica delle Palme, Papa Francesco, Papa Tawadros, Presidente Fatah al-Sisi, visitatori i Copti egiziani hanno accolto con favore "Insistenza" di Papa Francesco che la sua visita al Cairo questa settimana prosegue nonostante i recenti attacchi su due chiese che hanno ucciso 45 fedeli. Il capo della Chiesa cattolica arriverà al Cairo il venerdì e visita il presidente Abdel Fattah el-Sisi, il grande Imam dell'Università Al-Azhar di Saharist Ahmed el-Tayyib e il papa copto Tawadros II e celebrare la messa in uno stadio con una stima 25.000 cattolici copti. Darà un discorso alla conferenza di pace organizzata da Al-Azhar, sede di apprendimento sunnita. Sarà anche unito a Papa Tawadros e ad altri leader cristiani per onorare le vittime dei recenti attacchi, pregando in silenzio davanti a un muro color sanguigno della chiesa di San Pietro e di San Paolo a Il Cairo, dove 29 persone sono state uccise in un attacco suicidario a dicembre . Papa Francesco ha iniziato il suo messaggio video con il saluto arabo di pace usato in tutto il mondo musulmano: "Cari Egiziani, As-salamu alaykum!" Francesco andrà in giro in una macchina chiusa durante la sua visita, ma non in una corazzata, ha detto il Vaticano di lunedi. In un messaggio video in lingua italiana e araba il Papa ha dichiarato: "Vorrei che questa visita sia testimone del mio affetto, confort e incoraggiamento per tutti i cristiani del Medio Oriente, un messaggio di amicizia e rispetto per tutti gli abitanti di Egitto e la regione, e un messaggio di fraternità e di riconciliazione con tutti i figli di Abramo, in particolare nel mondo musulmano, in cui l'Egitto ha un posto così importante ". Un obiettivo della visita, sottotitolato" Un papa di pace per un Egitto della pace ", è quello di migliorare i rapporti con Al-Azhar, che nel 2011 ha interrotto i legami con il Vaticano dopo che il predecessore di Francesco Benedetto XVI ha chiesto una migliore protezione dei Copti, a seguito di un bombardamento di una chiesa a Alessandria in cui sono state uccise 23 persone . La chiesa di Tanta, dove un bomber suicida si è soffiato durante le celebrazioni della domenica delle Palme, uccidendo almeno 25 persone e ferendo almeno 78 La visita di due giorni viene in un momento di grande ansia tra i Copti, che rappresentano circa il 10 per cento Della popolazione, seguendo i due attacchi di bomba suicida sulla domenica delle Palme, una delle quali apparentemente mirata al papa copto. In risposta, il clero nel cuore provinciale copto di Minya ha ridimensionato le celebrazioni di Pasqua in molte chiese. Nel frattempo, centinaia di famiglie copte sono fuggite dal Sinai settentrionale dopo che lo stato islamico ha minacciato di espandere le proprie attività e ha rivendicato la responsabilità di un numero di omicidi di Copti e di attacchi alle chiese. Incorpora da Getty Images Alcuni Copti hanno paura di parlare con la stampa e altri hanno dichiarato di rimanere a casa piuttosto che assistere ad un evento papale che potrebbe essere mirato, anche se i livelli di sicurezza saranno elevati durante la visita. Amir Fakhry, attivista copto nel Governatorato di Minya, ha detto che ha lodato l'intenzione di Papa Francesco di non cambiare la tempistica della sua visita. Ha chiamato la Fratellanza Musulmana come prima tra le "organizzazioni e gruppi terroristici" che aveva provato ma "non riuscì a distorcere l'immagine di Egitto esternamente". Il Sig. Fakhry ha detto che sperava che Papa Francesco avrebbe sollevato con il presidente Sisi il trattamento dei Copti a Minya, dove ha dichiarato di essere stato "continuamente" attaccato e non aveva diritti. In molti villaggi "i cristiani sono senza chiese e hanno difficoltà a trovare un posto per adorare", ha aggiunto. Al-Azhar al Cairo, sede storica dell'apprendimento sunnita Un sacerdote missionario americano che ha lavorato in Egitto per due decenni, don Douglas May, ha detto al servizio Catholic News Service statunitense che mentre i problemi dei cristiani egiziani derivano da "diverse fonti", molti copti Sentono "la voce di al-Azhar non è abbastanza forte contro tutto questo fanatismo e può addirittura affermarlo". Tra le difficoltà economiche del paese e la disoccupazione elevata, le minoranze sono un bersaglio facile come "qualcuno da biasimare", ha aggiunto. Danno della bomba nella chiesa della chiesa di San Pietro e di San Paolo a Il Cairo, dove pregherà Francesco, è stata lasciata come testimonianza dell'attacco a bomba suicida di dicembre, don Stephanos Samy, sacerdote della cattedrale di Mar Girgis (San Giorgio) a Tanta, uno Dei due attaccati alla domenica delle Palme, ha detto a World Watch Monitor che, continuando con la visita, Francesco si rifiutò di "sottoporsi al terrorismo". Fr. Antonios Mounir, della chiesa di San Pietro e di San Paolo a Il Cairo, ha detto di credere che Francesco stava "a sostenere il popolo egiziano in questa crisi". Il governo egiziano ha tuttavia cercato di descrivere gli incidenti come violenze inflitte ai moderati da estremisti influenzati da stranieri Piuttosto che sui cristiani di alcuni musulmani. Questa visione è stata echeggiata da p. Mikhail Anton, sacerdote della chiesa di Mar Girgis a El-Arish, da dove centinaia di famiglie copte hanno recentemente fuggito dalle minacce provenienti dall'IS. Fr. Anton ha detto a World Watch Monitor che la visita "è uno schiaffo in faccia
========

India: Kerala criticised for ‘disrespectful’ cross demolition. By World Watch Monitor Cross, Kerala
The Catholic bishops in the Indian state of Kerala have condemned the demolition of a large hilltop cross erected in an area that has experienced large numbers of land grabs.
“The demolition of the cross has pained the entire Christian community,” Varghese Vallikkat, deputy secretary general of the Kerala Catholic Bishops’ Council, said in a statement.
The state of Kerala has a relatively high number of Christians, with 18 per cent of the population recorded as Christian in the last census.
According to UCA News, officials on 20 April used pneumatic drills and bulldozers to remove the concrete base of the eight-metre iron cross, erected by a group called “Spirit of Jesus”, which runs a prayer and retreat centre in Idukki district.

The government carried out the demolition after investigations proved there had been extensive land-grabbing in the area. Local media reported that politicians and the rich have colluded to grab public land and build resorts and private houses in the fast-developing tourist area.

“The officials should have shown respect to their feelings when they pulled down a powerful symbol worshipped by Christians all over the world,” Fr. Jose Karivelickal, a spokesman for the Idukki diocese, told ucanews.com.

Local Christians and followers of the Spirit of Jesus group tried to block the government team by leaving their vehicles across the road. However, the team used excavators to clear them, and police removed the protesters.

Kerala’s Chief Minister, Pinarayi Vijayan, while addressing a public meeting following the event, said the authorities should have been more careful, but denied the state government was opposed to the symbol of the cross.


=============

Malachi, Zachariah, and Amos, by Abraham van Linge (Fr. Lawrence Lew)
Shalom Lorenzo,
Malachi (מַלְאָכִי–Mal'akhiy) meaning my messenger or my angel is one of the most mysterious Bible prophets. Though a revered spokesperson of God, there are few details about him outside of Scripture.
He is the last of the Minor Prophets in the Tanakh (Jewish Bible), placed in that position because Judaism traditionally believes that prophecy ceased with him and will only be renewed in the Messianic age.
However, he is also considered by many to be the last prophet before the arrival of Yochanan the Immerser (John the Baptist) and Yeshua HaMashiach (Jesus the Messiah).
Malachi prophesied in the early fifth century, almost 100 years after the prophets Haggai and Zechariah and during the days of Nehemiah (see Malachi 2:8 and Nehemiah 13:15; Malachi 2:10–16 and Nehemiah 13:23).

Malachi, Zachariah e Amos, di Abraham van Linge (P. Lawrence Lew)
Shalom Lorenzo,
Malachi (מַלְאָכִי-Mal'akhiy) che significa che il mio messaggero o il mio angelo è uno dei profeti biblici più misteriosi. Anche se un venerato portavoce di Dio, ci sono pochi dettagli su di lui fuori della Scrittura.
È l'ultimo dei profeti minori del Tanakh (Bibbia ebraica), posto in quella posizione perché l'ebraismo tradizionalmente crede che la profezia cessasse con lui e sarà rinnovata solo nell'era messianica.
Tuttavia, molti sono considerati l'ultimo profeta prima dell'arrivo di Yochanan l'Immerser (Giovanni Battista) e di Yeshua HaMashiach (Gesù il Messia).
Malachi ha profetizzato all'inizio del V secolo, quasi 100 anni dopo i profeti Haggai e Zechariah e durante i giorni di Neemia (vedi Malachi 2: 8 e Neemia 13:15, Malachi 2: 10-16 e Neemia 13:23).
==============================

Nehemiah Repairs the Walls of Jerusalem
(Bible Primer, 1919) At that time, the Jewish people had returned from their captivity in Babylon, the walls of Jerusalem and the Temple were being reconstructed, and along with a new Sanctuary, the reinstitution of Temple worship.
Some scholars believe that Malachi was a priest among the prophets, scribes, and other priests who were led out of exile and back to Judah by Ezra and Nehemiah.
Others believe that he may have been just a common man speaking the Word of God to the Jewish community who returned home to rebuild the Holy Temple.
A minority of opinion in the Talmud says Malachi was actually Ezra the scribe or perhaps Mordechai of the Book of Esther. Some scholars have concluded that the four chapters of Malachi were actually extracted from the Book of Zechariah.
Orthodox circles contend that Malachi was a member of the Anshei Knesset HaGedolah (Men of the Great Assembly) that was founded by Ezra in about 520 BC. Others in this assembly of Torah sages were Mordechai, Haggai, and Zechariah. (Chabad; Orthodox Union)
Lorenzo, bring God's Prophetic word to Israel,

Neemia ripara le Mura di Gerusalemme
(Bible Primer, 1919)
A quel tempo, il popolo ebraico era tornato dalla sua prigionia a Babilonia, le mura di Gerusalemme e il tempio erano state ricostruite, e insieme a un nuovo Santuario, la reintroduzione del culto del tempio.
Alcuni studiosi credono che Malachi fosse un sacerdote tra i profeti, gli scribi e altri sacerdoti che furono condotti dall'esilio e tornati in Giuda da Ezra e Nehemia.
Altri credono che sia stato solo un uomo comune che parlava la Parola di Dio alla comunità ebraica che tornò a casa per ricostruire il Tempio Santo.
Una minoranza di opinioni nel Talmud dice che Malachi era effettivamente Ezra scriba o forse Mordechai del Libro di Ester. Alcuni studiosi hanno concluso che i quattro capitoli di Malachi furono effettivamente estratti dal Libro di Zechariah.
Gli ambienti ortodossi sostengono che Malachi era membro dell'Anshei Knesset HaGedolah (Uomini della Grande Assemblea) fondato da Ezra nel 520 aC. Altri in questo assemblea dei saggi Torah erano Mordechai, Haggai e Zechariah. (Chabad, Unione Ortodossa)
Lorenzo, porta la parola profeta di Dio a Israele,
=========================

Malachi, by Francesco Roselli
How Have You Loved Us?
Despite having returned from exile, the people of Malachi’s day were disappointed, disillusioned, and apathetic.
Their apathy can be seen in their half-hearted following of the Torah, and so it only follows that they were experiencing drought and crop failure, and enemies continued to oppose them.
The people cried out to God who apparently is not accepting their offerings, explaining that men are divorcing the wives of their youth to marry women from other nations.
“‘The man who hates and divorces his wife,’ says the LORD, the God of Israel, ‘does violence to the one he should protect,’ says the LORD Almighty. So be on your guard, and do not be unfaithful.” (2:16)
Such intermarriage with idol worshipers had become rampant and threatened the future of Israel:
“You have been unfaithful to her, though she is your partner, the wife of your marriage covenant,” Malachi says, adding, “Has not the one God made you? You belong to Him in body and spirit. And what does the one God seek? Godly offspring.” (2:14–15)

========================
=======================

Malachi, di Francesco Roselli
Come ci hai amati?
Nonostante siano tornati dall'esilio, la gente del giorno di Malachi era deluso, disilluso e apatico.
La loro apatia si può vedere nel loro seguito semiautomatico della Torah, e quindi segue solo che essi stavano sperimentando la siccità e il fallimento della coltivazione e i nemici continuavano a contrastarli.
Il popolo gridò a Dio che apparentemente non accetta le loro offerte, spiegando che gli uomini stanno divorziando le mogli della loro giovinezza per sposare donne provenienti da altre nazioni.
"L'uomo che odia e divorza la moglie" dice l'Eterno, l'Iddio d'Israele, "fa violenza a colui da proteggere", dice l'Eterno degli Eterno. Quindi stai attento e non essere infedele "(2:16).
Tale intimità con gli adoratori dell'idolo era diventato dilagante e minacciò il futuro di Israele:
"Lei è stata infedele a lei, anche se lei è la tua compagna, la moglie del tuo patto di matrimonio", dice Malachi, aggiungendo: "Non l'ha fatto un solo Dio? Tu apparteni a Lui nel corpo e nello spirito. E cosa cerca l'unico Dio? Discendenza divina "(2: 14-15)

============
================


A Jewish Wedding, by Jozef Israels
While godly unions result in godly offspring who seek and serve the Lord, ungodly partnerships result in ungodly children who defile God's holy name:
“Judah has been unfaithful. A detestable thing has been committed in Israel and in Jerusalem: Judah has desecrated the sanctuary the Lord loves by marrying women who worship a foreign god.” (2:11)
It seems only natural that a people who have a problem loving and being faithful to their mates would question God’s love for them. Indeed, Malachi begins his rebukes by recording their doubt:
“‘I have loved you,’ says the Lord. ‘But you ask, “How have you loved us?”’” (1:2)
The Lord reminds them of how He chose them, protected them, and blessed them as descendants of Abraham through Jacob.
It seems they forgot this supernatural history of their people. So the Lord sent Malachi to warn them that their forgetfulness and unfaithfulness is even now causing their ruin.
How Have We Shown Contempt for Your Name?
In Malachi's day, unfaithfulness extended to the priesthood. Instead of protecting the holiness of the ceremonial laws that God had charged the priests to keep, they offered injured, lame, and diseased animals to the Lord as sacrifices and offerings. (Malachi 1:6–2:9)
This amounted to contempt for God.
“It is you priests who show contempt for my name. But you ask, ‘How have we shown contempt for your name?’ ‘By offering defiled food on my altar.’” (1:6–7)
God answers, “For the lips of a priest ought to preserve knowledge, because he is the messenger of the LORD Almighty and people seek instruction from his mouth.”
The priests were to provide correct teaching regarding the ways of God and be living examples of holiness. In their corruption, the priests were causing “many to stumble at the law.” (2:8)

Un matrimonio ebraico, di Jozef Israels
Mentre le divinità sindacali provocano figli giusti che cercano e servono il Signore, le partnership illimitate portano a bambini infelici che contaminano il santo nome di Dio:
"Giuda è stata infedele. Una cosa detestabile è stata commessa in Israele e in Gerusalemme: Giuda ha sconfitto il santuario che il Signore ama sposando donne che adorano un dio straniero "(2:11).
Sembra solo naturale che un popolo che abbia un problema amato e che sia fedele ai suoi compagni interroga l'amore di Dio per loro. Infatti, Malachi inizia i suoi rimproveri registrando il loro dubbio:
"Ti ho amato", dice il Signore. "Ma tu chiedi:" Come ci hai amati? "" (1: 2)
Il Signore li ricorda come li ha scelti, protetti e li ha benedetti come discendenti di Abramo attraverso Giacobbe.
Sembra che hanno dimenticato questa storia soprannaturale del loro popolo. Così il Signore mandò Malachi a avvisarli che la loro dimenticanza e l'infedeltà stanno per ora causando la loro rovina.
Come abbiamo mostrato disprezzo per il tuo nome?
Nel giorno di Malachi, l'infedeltà si estese al sacerdozio. Invece di proteggere la santità delle leggi cerimoniali che Dio aveva accusato i sacerdoti a mantenere, offrirono al Signore degli animali feriti, zoppi e malati come sacrifici e offerte. (Malachi 1: 6-2: 9)
Ciò consisteva nel disprezzo di Dio.
"Tu sei sacerdoti che disprezzano il mio nome. Ma tu domandi: 'Come abbiamo mostrato il disprezzo per il tuo nome?' 'Offrendo cibo contaminato sul mio altare' "(1: 6-7)
Dio risponde: "Perché le labbra di un sacerdote devono preservare la conoscenza, perché è il messaggero del Signore Onnipotente e la gente cerca istruzione dalla sua bocca".
I sacerdoti dovevano fornire un insegnamento corretto per quanto riguarda i modi di Dio e vivere esempi di santità. Nella loro corruzione, i sacerdoti stavano causando "molti inebezzano alla legge" (2: 8)

========================



Malachi 3:8–12
Bless God and His Son Yeshua, click now
Because the priests compromised in their offerings, so did the people; Malachi 3:8–12 reveals that the people became lax in tithing.
“Will a mere mortal rob God? Yet you rob me. But you ask, ‘How are we robbing you?’ ‘In tithes and offerings. You are under a curse—your whole nation—because you are robbing me. Bring the whole tithe into the storehouse, that there may be food in my house. Test me in this,’ says the Lord Almighty, ‘and see if I will not throw open the floodgates of heaven and pour out so much blessing that there will not be room enough to store it.” (Malachi 3:8–10)
This prophecy is still relevant for us today. Faithfulness in tithing will lead to abundant blessing.
As partakers of a New Covenant, the priests in the ministry of the Good News are still charged with presenting God’s truth and setting a holy example for the people. (Romans 15:16)
Those priests are of a spiritual bloodline—they are every Believer in Yeshua HaMashiach (Jesus the Messiah).
“You are a chosen people, a royal priesthood, a holy nation, God's special possession, that you may declare the praises of him who called you out of darkness into His wonderful light.” (1 Peter 2:9)
Prepare Ye the Way of the Lord
Malachi highlights the sins that are resulting in oppression from outsiders, drought, famine, and poverty, leading to the stripping away of prosperity and of influence in the region. This, the prophet warned, called for an outpouring of national repentance, and for the people to humble themselves in prayer. (1:9)
Through Malachi, God reveals that He will hold back His wrath and restore His blessings if the people will return to Him. If not, destruction awaits.
But Malachi is not all reproof and judgment. He also offers hope to the nation of Israel, indeed all humanity, by prophesying a coming reign of the Messiah and His millennial kingdom.
In Malachi 3:1, the prophet says that a messenger would prepare the way for the Messiah:
“I will send my messenger, who will prepare the way before Me.”
Yeshua identified this messenger as Yochanan the Immerser (John the Baptist) when He quoted this verse in Malachi, saying,
“‘What did you go out into the wilderness to see? A reed swayed by the wind? If not, what did you go out to see? A man dressed in fine clothes? No, those who wear fine clothes are in kings’ palaces. Then what did you go out to see? A prophet? Yes, I tell you, and more than a prophet. This is the one about whom it is written: “I will send my messenger ahead of you, who will prepare your way before you.”’” (Luke 7:24–27)

Malachi 3: 8-12
Benedici Dio e Suo Figlio Yeshua, clicca ora
Poiché i sacerdoti hanno compromesso nelle loro offerte, così hanno fatto la gente; Malachi 3: 8-12 rivela che il popolo si è allentato nella decima.
"Sarà un semplice mortale sbarcare Dio? Eppure lei mi ruba. Ma tu domandi: 'Come ti buttiamo?' 'In decime e offerte. Sei sotto una maledizione, tutta la tua nazione, perché mi stai rapinando. Porta tutta la decima nel magazzino, che ci possa essere cibo in casa mia. Testami in questo ", dice il Signore Onnipotente," e vedere se non apro la porta d'ingresso del cielo e versare tanta benedizione che non ci sarà abbastanza spazio per memorizzarla "(Malachi 3: 8-10)
Questa profezia è ancora rilevante per noi oggi. La fedeltà nella decima porterà ad un'abbondante benedizione.
Come partecipanti di una Nuova Alleanza, i sacerdoti del ministero della Buona Novella sono ancora incaricati di presentare la verità di Dio e di mettere un santo esempio per il popolo. (Romani 15:16)
Questi sacerdoti sono di una sangue spirituale: sono tutti i credenti di Yeshua HaMashiach (Gesù il Messia).
"Tu sei un popolo scelto, un sacerdozio reale, una nazione santa, il possesso speciale di Dio, affinché tu dichiari le lodi di colui che ti ha chiamato dall'oscurità nella sua splendida luce" (1 Pietro 2: 9).
Preparate voi la Via del Signore
Malachi mette in evidenza i peccati che provocano l'oppressione da parte di estranei, la siccità, la carestia e la povertà, portando alla stripping di prosperità e di influenza nella regione. Questo, ha avvertito il profeta, ha chiesto una fuoriuscita del pentimento nazionale e che i popoli si umiliassero nella preghiera. (1: 9)
Attraverso Malachi, Dio rivela che Egli tratterà la sua ira e ripristinerà le sue benedizioni se il popolo tornerà a Lui. Se no, la distruzione attende.
Ma Malachi non è tutto rimprovero e giudizio. Offre anche la speranza alla nazione d'Israele, anzi tutta l'umanità, profetizzando un regno imminente del Messia e del suo regno millenario.
In Malachi 3: 1, il profeta dice che un messaggero avrebbe preparato la via per il Messia:
"Io manderò il mio messaggero, che preparerà la strada davanti a me".
Yeshua ha identificato questo messaggero come Yochanan l'Immerser (Giovanni Battista) quando ha citato questo versetto in Malachi, dicendo:
"Che cosa hai fatto uscire nel deserto per vedere? Una canna oscillata dal vento? Se no, cosa hai fatto a vedere? Un uomo vestito di vestiti sottili? No, quelli che indossano abiti pregiati sono nei palazzi dei re. Allora cosa hai fatto a vedere? Un profeta? Sì, te lo dico, e più di un profeta. Questo è quello di cui è scritto: "Io manderò il mio messaggero davanti a te, che preparerà la tua strada davanti a te" "(Luca 7: 24-27)
==========================



Yochanan the Immerser Sees Yeshua from Afar, by James Tissot
Lorenzo, Bring the Good News to Israel,
In the final chapter of Malachi, the prophet returns to the theme of the messenger. In this chapter, we understand that Elijah would be the Messiah’s forerunner.
“See, I will send the prophet Elijah to you before that great and dreadful day of the Lord comes.” (Malachi 4:5)
Yeshua told His talmidim that Yochanan the Immerser had come in the spirit of Elijah.
“For all the Prophets and the Law prophesied until Yochanan. And if you are willing to accept it, he is the Elijah who was to come.” (Matthew 11:13–14)
Here are a few of the ways that Yochanan came like Elijah: He dressed like Elijah (2 Kings 1:8; Matthew 3:4). He spent long periods of his ministry in the wilderness (1 Kings 17:3; 19:3–4; John 1:23). He challenged the king and rebuked him for his wicked wife (1 Kings 18:17; Matthew 14:3). He lived under threat of execution because of the king’s wife (1 Kings 19:2; Matthew 14:3) He led people to repentance of sins (1 Kings 21:27; Matthew 3:2) He prepared the way for the Lord (Malachi 4:5; Mark 1:3; Luke 1:17)

Certainly, Yochanan did preach a message of repentance and reconciliation, just like Elijah. He led the people from disobedience into a state prepared for Messiah, just as the angel prophesied to Yochanan’s father, Zechariah:
“He will bring back many of the people of Israel to the Lord their God. And he will go on before the Lord, in the spirit and power of Elijah, to turn the hearts of the parents to their children and the disobedient to the wisdom of the righteous—to make ready a people prepared for the Lord.” (Luke 1:16–17)

Yochanan l'immersione vede Yeshua da Afar, da James Tissot
Lorenzo, porti le buone notizie in Israele,
Nel capitolo finale di Malachi, il profeta torna al tema del messaggero. In questo capitolo, capiamo che Elia sarebbe il precursore del Messia.
"Vedi, io manderò davanti a te il profeta Elia, prima che venga il grande e terribile giorno del Signore" (Malachia 4: 5)
Yeshua disse al Talmidim che Yochanan l'Immersione era venuto nello spirito di Elia.
"Perché tutti i Profeti e la Legge profetizzarono fino a Yochanan. E se tu sei disposto ad accettarlo, è l'Elia che doveva venire "(Matteo 11: 13-14)
Ecco alcuni dei modi in cui Yochanan è venuto come Elijah: si vestiva come Elijah (2 Re 1: 8; Matteo 3: 4). Ha trascorso lunghi periodi del suo ministero nel deserto (1 Re 17: 3, 19: 3-4, Giovanni 1:23). Ha contestato il re e lo ha rimproverato per la sua moglie malvagia (1 Re 18:17, Matteo 14: 3). Ha vissuto sotto la minaccia di esecuzione a causa della moglie del re (1 Re 19: 2, Matteo 14: 3) ha condotto le persone a pentimento dei peccati (1 Re 21:27, Matteo 3: 2) ha preparato la strada per il Signore Malachi 4: 5, Marco 1: 3, Luca 1:17)

Certo, Yochanan ha predicato un messaggio di pentimento e di riconciliazione, proprio come Elijah. Ha guidato la gente dalla disobbedienza in uno stato preparato per il Messia, proprio come l'angelo ha profetizzato al padre di Yochanan Zechariah:
"Egli riporterà molti del popolo d'Israele al Signore, il loro Dio. Ed egli prosegue dinanzi al Signore, nello spirito e nel potere di Elia, per trasformare i cuori dei genitori nei loro figli e disubbidienti alla sapienza dei giusti, per preparare un popolo preparato per il Signore "(Luca 1: 16-17)

========================


Salome with the Head of John the Baptist,
by Andrea Solario
While Yochanan prepared the way for Yeshua’s first coming, we can understand that he has also prepared us for the coming return of the Messiah who will “suddenly” reappear and enter into the rebuilt Temple.
“‘I will send my messenger, who will prepare the way before me. Then suddenly the Lord you are seeking will come to His temple; the messenger of the covenant, whom you desire, will come,’ says the LORD Almighty.” (3:1)
In describing His return as suddenly, Malachi is warning us to be prepared for the Messiah’s coming and to not be caught off guard.
However, it seems that Yeshua will not return until a Temple is prepared for Him, perhaps the Temple that the prophet Ezekiel describes at the end of his prophetic book.

Third Temple, by Pieter de Witte Solomon
Return to Me and I Will Return to You
Malachi tells us that when our Messiah comes, He will be like “a refiner’s fire,” purifying the servants of God like one purifies silver and gold, so that offerings will once again be made in purity and holiness. (3:2)
But for others, He will come in judgment:
“‘I will be a swift witness against sorcerers, against adulterers, against perjurers, against those who exploit wage earners and widows and orphans, and against those who turn away an alien—because they do not fear Me,’ says the Lord of hosts.” (3:5)
Nevertheless, Malachi shares the same hope for every person as all of God’s prophets have shared with us: “Return to Me, and I will return to you.” (3:7)
We can take hold of this promise every day of our lives. As in the time of Malachi, “the LORD listened and heard” the hearts of those who feared the Lord. He saw their sincere repentance and turning from sin.
As a result, “a scroll of remembrance was written in His presence concerning those who feared the LORD and honored His name.” (3:16)
Let us desire with all of our heart to fear the Lord by honoring His name in our thoughts and deeds, according to His will not our own, without compromise or corruption.
Let us strive to walk in holiness, becoming true sons and daughters, even priests of the Most High God.
For those who choose the path of repentance and holiness, He makes a covenantal promise:
“On the day when I act,’ says the Lord Almighty, ‘they will be my treasured possession. I will spare them, just as a father has compassion and spares His son who serves Him.’” (3:17)
Help Bibles For Israel bring the Good News of Yeshua to the Holy Land.
"Tell the people, 'This is what the LORD says: See, I am setting before you the way of life and the way of death.'" (Jeremiah 21:8)
Lorenzo, please help us proclaim Yeshua to Israel and the nations with your gift of $100, $50, $250, $500 or $1000
YES, Here is My Special Gift
sponsor Bible Translation in 184 languages
sponsor a Chapter of the Bible
Give your Tithe Today!
Copyright © 2017 MessianicBible.com
Articles cannot be copied without permission

This message was sent to lorenzo_scarola@fastwebnet.it from:

Messianic Bible | news@biblesforisrael.com | Bibles For Israel | P.O. Box 8900 | Pueblo, CO 81008
Update Profile
   
==========================

Salome con il capo di Giovanni Battista,
Di Andrea Solario
Mentre Yochanan preparava la strada per la prima venuta di Yeshua, possiamo capire che ci ha anche preparati per il ritorno del Messia che verrà "improvvisamente" riapparso e entrerà nel tempio ricostruito.
"Io trasmetterò il mio messaggero, che preparerà la strada davanti a me. Allora improvvisamente il Signore che stai cercando cercherà di venire nel suo tempio; Il messaggero dell'alleanza, che tu vuoi, verrà "dice l'Eterno degli eserciti" (3: 1)
Nel descrivere il suo ritorno come improvvisamente, Malachi ci sta avvertendo di essere preparati per la venuta del Messia e non essere catturati.
Tuttavia, sembra che Yeshua non tornerà finché non sia preparato un tempio per Lui, forse il tempio che il profeta Ezechiele descrive alla fine del suo libro profetico.

Terzo Tempio, da Pieter de Witte Solomon
Ritorna a me e ti tornerò
Malachi ci dice che quando il nostro Messia verrà, sarà come "un fuoco del raffinatore", purificando i servi di Dio come uno purifica l'argento e l'oro, in modo che le offerte saranno ancora una volta fatte in purezza e santità. (3: 2)
Ma per altri, verrà in giudizio:
"Io sarò una testimonianza rapida contro i maghi, contro gli adulteri, contro i nemici, contro coloro che sfruttano salariati, vedove e orfani, e contro coloro che allontanano un estraneo, perché non mi temono", dice il Signore degli eserciti . "(3: 5)
Tuttavia, Malachi condivide la stessa speranza per ogni persona che tutti i profeti di Dio hanno condiviso con noi: "Ritorna a me e ti tornerò" (3,7)
Possiamo prendere questa promessa ogni giorno della nostra vita. Come nel tempo di Malachi, "il Signore ha ascoltato e ascoltato" i cuori di chi temeva il Signore. Vide il sincero pentimento e la sua disgrazia.
Di conseguenza, "è stato scritto un segno di ricordo presso la Sua presenza per coloro che temevano l'Eterno e onoravano il Suo nome" (3,16)
Desideriamo con tutto il nostro cuore di temere il Signore, onorando il Suo nome nei nostri pensieri e nelle nostre azioni, secondo la sua volontà non nostra, senza compromessi o corruzione.
Cerchiamo di camminare nella santità, diventando veri figli e figlie, anche sacerdoti dell'Alto Altissimo.
Per coloro che scelgono il cammino del pentimento e della santità, fa una promessa alleanza:
"Il giorno in cui agisco," dice il Signore Onnipotente, "saranno il mio possesso tesoro. Li risparmierò, proprio come un padre ha compassione e risparmia suo figlio che gli serve. '"(3,17)
Aiuta le Bibbie Per Israele portare la Buona Novella di Yeshua in Terra Santa.
"Dite al popolo:" Questo è ciò che dice il SIGNORE: Vedi, io metto davanti a te la via della vita e la via della morte "(Geremia 21: 8)
Lorenzo, aiutaci a proclamare Yeshua a Israele e alle nazioni con il tuo dono di $ 100, $ 50, $ 250, $ 500 o $ 1000
Sì, ecco il mio regalo speciale
Sponsorizza la traduzione della bibbia in 184 lingue
Sponsorizzare un capitolo della Bibbia
Date la tua Tithe oggi!
Copyright © 2017 MessianicBible.com
Gli articoli non possono essere copiati senza autorizzazione

Questo messaggio è stato inviato a lorenzo_scarola@fastwebnet.it da:

Bibbia messianica. | News@biblesforisrael.com | Bibbie per Israele P.O. Box 8900 | Pueblo, CO 81008
Aggiorna il profilo

==========================
La Turchia dice che avrà gli S-400 dalla Russia. Non è vero [ di sitoaurora ] È solo un trucco dei turchi per strappare concessioni occidentali
Russia Insider 2/5/2017
=========================

Hi LEVIATHAN Metaphisics Unius REI, A copyright owner using Content ID claimed some material in your video. Note: Your video was manually reviewed by the copyright owner or someone on behalf of the copyright owner.
Video title: Egyptian Muslim Preacher 20 yrs Majority Europe
Claimed by: ODIENCE Videos

=====================

"And pray for us, too, that God may open a door for our message, so that we may proclaim the mystery of Christ…"
(Colossians 4:3) FAITH IS NOT A SECRET

Some twenty-five years ago Boutros from a Middle East country became a Christian. Since then he has revealed a big heart for evangelism. Wherever he goes, he is always very open about his Christian faith.

A couple of years ago he was arrested and questioned by the police. They asked him if he had baptised people and he replied, “I told them that I had baptised 1,000 people—the real figure at that time was only 700 but I increased the numbers because I knew I would probably soon reach that number.” Boutros is a secret believer that when guided by God doesn’t make a secret of his faith.

An Open Doors co-worker reported it was a great joy to meet him. After a visit with Boutros he commented, “At his work place he has a cross hanging. Everyone who comes to his place sees the cross. Recently his chief started asking Boutros if he could go and work for another company. Family members who work for the government told Boutros’ brother that certain people wanted Boutros killed. Our co-worker asked him if he was afraid at all. He paused for a second and then nodded and said, ‘A little bit, now.’”

Boutros meets many people who want to know more about his Christian faith. They ask him, because he openly and clearly is a Christian. “I don’t have enough time in the day to talk with them. I have to work hard to make enough money for my living”, he apologises. “I earn just enough to buy my daily food.” But even though he has to work hard, sometimes he can work and speak at the same time. “Then I have long conversations about the Christian faith.”

Boutros shared a vision he had recently. “I was lying in a pool of water in a beautiful garden and all around me were many people that I’ve known previously who had since left my country and were living in other countries. All of them were praying for me. Through this I felt that God was assuring me that many people around the world were praying for me.”

Our co-worker was impressed and encouraged meeting Boutros. “What a great testimony of how God uses our prayers for the persecuted Christians. The prayers really are a comfort and support to the secret believers,” he concludes.

After some prayer time together, Boutros and the co-worker moved to a safer place where no one would overhear what they were praying about. “It seemed important for him to have some form of physical contact, so we held hands and prayed for just a few moments before he indicated that we should get back. Although admitting that he was a little afraid at that moment, he seemed in a good mood, and very much encouraged by the vision he had of people praying for him. He did add though that he really needed prayer.”

RESPONSE:

Today I will not keep my faith a secret but share openly with everyone I contact.

PRAYER:

Pray for Boutros and other secret believers who are so bold in sharing their faith and winning many to Jesus.
=======================

nessuno mi dirà con chi io non devo dialogare! Saudi Leader: No Room for Dialogue with Iran
Il leader saudita: non c'è spazio per il dialogo con l'Iran

ok nessuno sarà cacciato! ]     New Zealand Foreign Minister Seeks to Repair Ties with Israel
Il ministro degli Esteri della Nuova Zelanda cerca di riparare i legami con Israele

     ‘We Deny crimnal UNESCO,’ Netanyahu States Upon Its Rejection of Israeli Sovereignty Over Jerusalem
"Noi neghiamo l'UNESCO criminale", gli stati di Netanyahu dopo il suo rifiuto della sovranità israeliana su Gerusalemme

La bugia di Hamas è: cercare di ingannare il mondo con la Carta rivista
    Hamas scam lie:Trying to Fool the World with Revised Charter
======================

     Trump Optimistic About Peace; Tells Abbas, ‘We will Get it Done’
    WATCH: Muslim Arab Expresses ‘Neverending Love’ for the Jewish State
    Even Before Meeting Trump, Abbas Demands ‘Palestinian State on 1967 Borders’
Trump ottimista sulla pace; Dice Abbas, 'Faremo Fatto'
OROLOGIO: L'arabo musulmano esprime "amore incessante" per lo Stato ebraico
Anche prima della riunione di Trump, Abbas chiede "Stato palestinese nel 1967 ai confini"

==========

===============



Ver versión online

Centro Jurídico Tomás Moro


www.tomasmoro.info
 


En Movistar Televisión nos llaman gilipollas a los creyentes
Estimado amigo:


El programa LocoMundo emitido en el canal #0 de Movistar falta al respeto de todos los creyentes.


En su programa número 27 titulado "Fe", del pasado 25 de abril, el presentador David Broncano realizó al final del programa la siguiente afirmación:

"A todos los creyentes mensaje importante ¿creéis que hay que respetar todas las creencias? pues mirar yo creo que las tuyas son una gilipollez que la religión nos lleva lastrando a todos de toda la vida y que creer en amigos imaginarios si tienes más de siete años ya es ridículo. Así que, mi dios es el chiste. ¡Respetadme!”.

(Puedes ver el vídeo entero pulsando sobre la imagen o siguiendo este enlace http://www.tomasmoro.info/2017/05/02/pide-a-movistar-que-respete-las-creencias-religiosas/)
Así se despedía el presentador del programa, diciendo a todos los creyentes que nuestra fe es una gilipollez. Pero esa afirmación no es la única que supone una falta de respeto, pues dijo unas cuantas cosas mas:

"¿Hasta cuándo vamos a seguir creyéndonos estas putas mierdas?"

"En los países pobres cree casi todo el mundo."

"La pobreza ha servido para que muchas Iglesias se compinchen con Estado chungos"

"Si hay un enemigo de la fe es el conocimiento"

"Si decides creer en algo por mi all right pero guárdatelo en casita"

"Viva la Virgen de Rocío ponerme una valla que voy a tirar un bebé por encima"

Además se ríe de la Sábana Santa, se mete con Stephen Hawking riéndose de su discapacidad, se mete con los judíos y se burla de sus creencias, pretende asociar el fanatismo a cualquier religión, se ríe de la persecución de los cristianos, e incluso se ríe de los agnósticos.


Para esta humorista sin gracia parece que el ateísmo es la única opción inteligente, por eso te pedimos que firmes nuestra petición y pidas a Movistar que retire ese programa de su plataforma digital y de su canal de televisión.


Puedes firmar nuestra petición en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/2017/05/02/pide-a-movistar-que-respete-las-creencias-religiosas/

FIRMA LA PETICIÓN 
Estimados señores:
El presentador David Broncano en su programa LocoMundo nº 27 ha faltado al respeto de todos los creyentes al reírse muy especialmente de los católicos y también de otras religiones e incluso de los agnósticos.

Su programa lo terminó con la siguiente frase: "A todos los creyentes mensaje importante ¿creéis que hay que respetar todas las creencias? pues mirar yo creo que las tuyas son una gilipollez que la religión nos lleva lastrando a todos de toda la vida y que creer en amigos imaginarios si tienes más de siete años ya es ridículo. Así que, mi dios es el chiste. ¡Respetadme!”.
Además de llamar "puta mierda" a las creencias de miles de católicos, de tratar de asociar a los fundamentalistas con cualquier tipo de religión, de reírse de la Sábana Santa, de acusar a la Iglesia de aprovecharse de los pobres, también faltó al respeto de los discapacitados pues se rió de la discapacidad de Stephen Hawking.

Por todo ello les ruego retiren dicho programa de su televisión pues no considero que su contenido sea respetuoso ni con los católicos, ni con los creyentes de otras religiones.
Atentamente, 

FIRMA LA PETICIÓN 

También te informamos que hemos lanzado nuestro Magazine. Puedes suscribirte gratuitamente y recibirás todas nuestras novedades.
 Suscribeté a nuestro boletín

PUEDES AYUDARNOS DE LAS SIGUIENTES FORMAS:



- Firmando la petición en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/2017/05/02/pide-a-movistar-que-respete-las-creencias-religiosas/


- Reenviando este correo a tres personas de tu confianza.


- Haciendo una donación pulsando en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/nosotros/donar/


- Suscribiendo gratuitamente nuestro boletín digital en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/suscripcion/ 

Donación.Para conservar nuestra independencia no recibimos ningún tipo de subvención pública. Nuestras actuaciones se mantienen mediante la contribución voluntaria de la sociedad civil. Su ayuda nos es necesario para seguir luchando por sus derechos. Nuestro pequeño equipo le asegura sacar el máximo provecho de todas las donaciones, aún de las más pequeñas.


Haga una donación ahora. Puede realizar su donación por transferencia bancaria: BBVA, 0182-4016-05-0208517204 (IBAN ES72) , por cheque (sólo nominativos al Centro de Estudios Jurídicos Tomás Moro, C/ Velázquez 109, 1º Izd. 28006 Madrid), y por por paypal ( utilizando el siguiente enlace http://www.tomasmoro.info/nosotros/donar/ )






Protección de datos. Todos los datos personales utilizados para este envío han sido incluidos en un fichero, cuyo responsable de seguridad es el Centro Jurídico Tomás Moro, con la finalidad de informarle de nuestros servicios, quedando sometidos a las garantías establecidas en la L.O.P.D. (Ley 15/1999) y Normativa de Desarrollo. La Asociación Centro Jurídico Tomás Moro le informa de la posibilidad de ejercitar, conforme a dicha normativa, los derechos de acceso, rectificación, cancelación y oposición dirigiendo un escrito a la siguiente dirección: info@tomas-moro.org .Advertencia legal. Este correo ha sido enviado por haber firmado alguna vez alguna de nuestras alertas ciudadanas o estar suscrito a nuestro servicio de newsletter.
 



Este email fue enviado a lorenzo_scarola@fastwebnet.it, 


www.tomasmoro.info - info@tomas-moro.org 

Did 'America’s Rabbi’ Reveal Trump’s Agenda? CLICK for Latest Israel News!




Trump Tells Abbas, ‘We will Get it Done’; Muslim Arab Expresses ‘Neverending Love’ for Israel; Hamas Tries to Fool World with Revised Charter





Israel Slams 'Absurd' UN Resolution Denying Israeli Sovereignty Over Jerusalem







WATCH: Trump Tells Abbas to Stop Paying Terrorists in Israeli Jails







Did 'America’s Rabbi’ Reveal Trump’s Agenda? (Read Bannon's Whiteboard...)
















Trump Optimistic About Peace; Tells Abbas, ‘We will Get it Done’






WATCH: Muslim Arab Expresses ‘Neverending Love’ for the Jewish State






Even Before Meeting Trump, Abbas Demands ‘Palestinian State on 1967 Borders’









‘We Deny UNESCO,’ Netanyahu States Upon Its Rejection of Israeli Sovereignty Over Jerusalem






Hamas Trying to Fool the World with Revised Charter






WATCH: New F-35 Stealth Fighters Join Israel Independence Day Airshow






New Zealand Foreign Minister Seeks to Repair Ties with Israel






Israeli Minister Calls for Closure of UNESCO Mission in Jerusalem









Pence: US ‘making Valuable Progress’ on Middle East Peace






WATCH: IDF Performs Moving Rendition of Israeli National Anthem






Israel Summons Swedish Envoy Over Anti-Israel UNESCO Vote on Jerusalem






WATCH: Israel by the Numbers on Its 69th Birthday






Saudi Leader: No Room for Dialogue with Iran

















www.worldisraelnews.com
 

Post popolari in questo blog

Egyptian priest claims church attack was Muslim Brotherhood ‘revenge’

Stalling Suspended sentences Tizi ouzou Tunisia

prima preghiera poi orgia